Progettare la scelta degli infissi di casa

Quando affrontiamo il progetto di mettere su casa o ristrutturare il proprio appartamento occorre affrontare un importante aspetto, quello riguardante l’isolamento termico. Gestire bene questo complesso ambito consente prima di tutto di vivere in pieno confort e di creare ambienti in cui si possa mantenere il proprio benessere e nello stesso tempo di contenere sprechi economici. Un elemento fondamentale di questa progettazione sono gli infissi.

 

 

Il primo elemento da valutare quando si va incontro alla scelta degli infissi è il materiale. Legno, PVC o alluminio? Ogni materiale garantisce alcuni aspetti e ne penalizza altri, il PCV ad esempio è oggi il prodotto che consente il miglior compromesso qualità prezzo, ma il confort termico garantito dal legno è insuperabile a discapito di un po’ più di manutenzione. Gli infissi in alluminio sono invece spesso scelti per edifici pubblici o attività essendo spesso la soluzione più economica. Esistono inoltre anche soluzioni miste, PCV-Legno (esterni in PCV e interni in legno) o PVC-Alluminio. Il PVC inoltre ha la massima versatilità in termini di colori e la possibilità di poter ottenere un “effetto legno” davvero molto realistico.

Altri aspetti, non meno importanti, rendono più elaborata la scelta degli infissi. I vetri ad esempio che espongono per il 70% la superficie dell’intero infisso e sono fondamentali per mantenere il confort termico e acustico desiderato. È possibile trovare innumerevoli tecnologie in commercio dai vetrocamera ai basso-emissivi o vetri blindati per situazioni in cui è necessario garantire un alto livello di sicurezza. I sistemi di apertura a ribalta o “vasistas” garantiscono la possibilità di far cambiare l’aria negli ambienti senza essere costretti ad aprire totalmente le finestre.

Da un punto di vista strettamente economico la qualità e la durata della garanzia sugli infissi e la possibilità di accedere ad incentivi e detrazioni fiscali meritano degli approfondimenti.

 

 

Nei progetti in stile nordico si prediligono infissi in legno, una materia prima facilmente reperibile e da sempre utilizzata alle latitudini scandinave, sia perchè è quella che garantisce il miglior confort termico sia perchè essendo naturale è coerente con l’armonia e il legame dei popoli nordici con l’ambiente e la natura.

Un modo per risparmiare e confrontare vari preventivi sugli infissi in modo veloce è quello di muoversi online. Infissi365.it ad esempio vi permette di ricevere fino a 5 preventivi con pochi clic permettendovi di risparmiare fino al 40%. Le differenze di prezzo tra un fornitore ed un altro possono essere notevoli.

 

 

 

Danord, arredamento d’epoca scandinavo e pezzi unici d’autore

Il periodo a cavallo tra le due guerre mondiali rappresenta il momento in cui svariati designer scandinavi maturano un processo di progettazione in relazione alle emergenti tecnologie industriali. Quella spinta si unì all’eterna ricerca di miglioramento della qualità di vita dell’uomo che a quelle condizioni climatiche estreme rappresenta un valore in più da ricercare

il risultato del movimento è sotto gli occhi di tutti, il design scandinavo da allora è uno degli stili maggiormente ammirato e apprezzato, contraddistinto da forme delicate, lievi inclinazioni, forme sinuose e un perfetto equilibrio tra funzionalità estetica e costi di produzione. Quest’ultimo aspetto fu accuratamente preso in considerazione al fine di consentire al ” bello” e al “funzionale” di entrare a far parte della vita di tutti, per tutti i giorni

grandi icone si sono avvicendate nei decenni del secolo che ha consolidato lo stile nordico: Børge Mogensen (1914-1972), che introdusse l’idea di una sistema di mensole e contenitori come parte di una stanza, piuttosto che pezzi acquistati e posizionati nel vuoto; l’olandese Cees Braakman (1917-1995) creò un sistema di cabinet modulari, concepiti per essere assemblati dal cliente in base alle sue esigenze e per adattarsi anche a piccoli spazi; Charles e Ray Eames (1907-1978/ 1912-1988) che per più di quarant’anni modellarono praticamente ogni aspetto della vita americana esercitando un’influenza profonda sul carattere visivo della quotidianità, sia in ambienti professionali che domestici; Bruno Mathsson (1907-1988) che propose sedute di forma organica in contrasto con la moda corrente, introducendo concetti innovativi che riguardano l’ergonomicità; Alvar Aalto (1898-1976), architetto finlandese, noto per il suo approccio umanistico al modernismo. I suoi vasi in vetro soffiato e i suoi sgabelli incantano ancora e sono un’icona per l’azienda finlandese “Ittala” che li riproduce tutt’ora con uguale meticolosità artigianale; Arne Jacobsen (1902-1971), quasi la totalità della sua produzione è diventata un classico del design danese, prodotta da Fritz Hansen. Celebre fu la sua produzione di sedie. Jacobsen praticamente inventò il tipo di sedia costituita da un guscio sagomato e da gambe in sottile tubolare metallico; questo tipo ebbe infinite varianti tanto da sembrare oggi un oggetto familiare. E infine Hans Wegner (1914-2007), che lavorò come assistente per Jacobsen, famoso per la Round chair, anche chiamata The Chair, resa celebre dall’apparizione in tv durante il dibattito tra Nixon e Kennedy

…tutta questa storia fa venire voglia di arredamento d’epoca, pezzi originali, sapientemente restaurati capaci di aggiungere un tocco unico al nostro progetto di interni. Il mio gusto mi suggerisce di fondere elementi d’epoca e provenienze diverse provando a raggiungere quell’equilibrio in connessione tra “vecchio” e nuovo, originale e moderno

da qualche settimana ho avuto il piacere di conoscere Francesca Gatti, interior designer e proprietaria dello spazio espositivo Danord, localizzato a Sassuolo in Emilia.
Francesca raccoglie da anni pezzi appartenenti alla tradizione scandinava, originali dell’epoca, la sua abilità e il gusto elegante si palesano fin dalla visita del sito Danord, arredamento d’epoca scandinavo e pezzi unici d’autore, dove la fotografia dei set da lei curati esaltano tutte le sue doti da visual e designer

danord_2016_ritratto_7707_r

 

I mobili originali hanno un fascino senza tempo, inimitabile, frutto dei metodi artigianali con i quali sono stati creati, uno ad uno, da ebanisti, falegnami, tappezzieri che oggi non esistono più. Molti pezzi sono ormai fuori catalogo, mentre per altri la produzione continua ancora oggi ma si basa su tecniche seriali. Ognuno di essi ha una sua storia, e ne porta i segni e il “difetto” assume il valore del “pregio”. La patina del tempo diventa un valore aggiunto

Francesca Gatti

 

Danord focalizza le proprie intenzioni sul design scandinavo, ma non ne resta confinato. Francesca è abile ad offrire idee e abbinamenti inconsueti personalizzando i progetti con complementi prodotti anche “lontano da nord” ma sorprendentemente affini al gusto scandinavo e alle sue tradizioni artigianali, come una piccola selezione di lampade provenienti dalla Thailandia o i tappeti inglesi dalla trama densa, tessuti a mano su antichi telai

di seguito alcune immagini della collezione Danord, organizzate per categorie…non vi nascondo che ho fatto una gran fatica a fare una selezione perchè il numero di pezzi e la loro bellezza rendono davvero ardua la scelta!

 

MOBILI

danord_2016_9987_rSideboard in rovere – Arne Vodder, Denmark.

 

danord_2016_10510_r Sideboard in rovere Disegnato da Kurt Ostervig per K.P. Mobler, Denmark.

 

danord_8456_r “Egg” easy-chair – designer Arne Jacobsen for Fritz Hansen.

 

danord_2016_4861_r Tavolo / scrivania in legno chiaro . Mod . AT308 Hans J. Wegner , Denmark.

 

danord_2016_9600_r sedute icona, Harry Bertoia- KNOLL

 

danord_2016_10005_r FLAG HALYARD CHAIR -H.J.WGNER
La poltrona GE 225 fu disegnata da Hans Wegner e prodotta da Getama fin dal 1950. Ora viene ancora prodotta da PP-Mobler ( PP225) .

 

danord_2016_5023_rLibreria di W.Lutjens in rovere- room divider

 

 

LAMPADE

danord_0872_r Table lamp modello 4/3 –   Designer: Poul Henningsen Produzione: Louis Poulsen Provenienza: Danimarca (disegnata nel 1925/26)

 

danord_2016_5127_r Lampada da tavolo in ferro verniciato e vetro opalino

 

danord_2016_11254_q_r Design by Claus Bonderup e Torsten Thorup for Fog & Mørup ( 1967 )

 

danord_2016_5117_rCeiling-lamp PH5.
Disegnata da Poul Henningsen per Louis Poulsen, Denmark

 

 

OGGETTISTICA

danord_2016_4885_rPanchetti in rovere massello

 

danord_2016_10491_r Coppia di specchi in teak di Hans-Agne Jakobsson per Hans-Agne Jakobsson per Markaryd-Sweden.
Risalgono agli anni 1950

 

danord_3928_rtavolino con vassoio in rattan

 

Natale nordico…sfogliamo la brochure delle feste IKEA

come tutti gli anni i questo periodo facciamo partire la “saga” dei post dedicati al Natale, una festa che tutti noi (o quasi) amiamo per quanto calore e senso  d’unione riesce a darci

quando parliamo di natale scandinavo il calore e l’amore si uniscono allo stile e al design perchè il loro stile è cosi, semplice, essenziale ma bello!

tra le varie ispirazioni chenel giro di qualche settimana ci consentiranno di avere casa completamente addobbata ecco puntuale il catalogo Natale 2016 Ikea

illuminazione, piatti, vasi, alberi natalizi, stelle, e gadget per tutti i gusti. Il mio consiglio è quello di non esagerare e di non uniformare lo stile, ma ci son cose davvero carine che possono aggiungere un bel tocco alla nostra casa

su questo link trovate tutte gli altri post sul natale scandinavo per continuare ad ispirarvi

 

screen-shot-2016-11-13-at-13-39-00 screen-shot-2016-11-13-at-13-38-49 screen-shot-2016-11-13-at-13-38-22 screen-shot-2016-11-13-at-13-38-03 screen-shot-2016-11-13-at-13-37-42