Archivio Autore

Ispirazioni in shabby e vintage scandinavo

in questi anni ho scritto in lungo e largo sul design nordico, allo scopo di studiare, approfondire, ispirare…sfogliando i post passati riguardanti la storia e le radici del design scandinavo mi è un pò venuta voglia di riproporveli perchè credo sia una bella carrellata di informazioni per chi vuole saperne di più su questo amatissimo stile

inizio da “Caratteristiche e origini del Design nordico moderno” dove faccio un pò il punto di come si sia formato ed evoluto il concetto di design scandinavo moderno… passando per “Danord, arredamento d’epoca scandinavo e pezzi unici d’autore” dove faccio un approfondimento storico e una bella carrellata di designer e pezzi che rimarranno per sempre nella storia di questo stile…. infine “Tutti i volti dell’arredamento Scandinavo” dove parlo delle sfumature stilistiche dell’arredamento nordico, dal total white ai più moderni colori pastello

con tutte queste informazioni storiche non potevo non andare alla ricerca di ispirazioni vintage e del più moderno stile “shabby” che riprende l’idea di un vintage sciupato, vissuto…e tra lunghe navigazioni sul web mi imbatto in una realtà nuova ai miei occhi, dal 2010 sul mercato a selezionare e produrre mobili di qualità in stile vintage: pib

“Nobiltà dei materiali, finiture, cura della patina”…parole che fanno da slogan a trasmettere un senso di qualità attraverso una collezione selezionata e armoniosa

lo stile vintage viene declinato in diverse sfumature, ben organizzate nel sito, divise per gamma: industriale, vintage e shabby

lo stile industriale è un classico dell’arredamento vintage. Ispirato all’arredamento tipico delle fabbriche e delle officine di fine XIX secolo, dove il metallo si fonde al legno solido e la pelle fa da base a poltrone e divani

 

Libreria a muro Harlem

Mobile TV Ontario Grande

Tavolo da Pranzo Grenelle

Sedia Butto

lo stile vintage scandinavo, ispirato alle linee tipiche degli anni 40 e 60, dalle forme intramontabili di classici mobili che si sono progressivamente imposti come icone dello stile nordico

Comodino in legno Balkis

Lampada a sospensione Balissö

Mobile Console Stockholm

 

infine la gamma shabby chic ispirata allo stile di cottage e case di campagna inglesi. L’arredamento dallo stile antico,  il legno grezzo e patinato donano al design un tocco rustico e pieno di fascino

 

Mensola con appendini Melina

Piccola Panchina Alouette

Ripiano Vizzanova

 

il sito “pib” è moderno, funzionale e ben strutturato in varie sezioni: novità, tavoli, lampade, armadi, decorazioni, poltrone e sedie. Particolarmente attratto da quest’ultima sezione vi mostro una selezione di poltrone vintage che vorrei assolutamente avere nel mio living!

 

Poltrona vintage Northern

Poltrona Mabillon

Poltrona vintage Orchestra

 

 

Tocco d’oriente al design nordico

da anni ormai mi diverto a scrivere di ogni aspetto che possa riguardare il design scandinavo, ed è sorprendente e stimolante trovare sempre nuovi argomenti da approfondire e da condividere. In rete non manca di certo materiale da scandagliare ma non è sempre facile approdare su siti interessanti come quello di cui vi sto per parlare

Sukhi! Curatissimo online store di tappeti fatti a mano da artigiani provenienti da paesi che possiedono da sempre una gran cultura in tema di artigianato: India, Marocco, Nepal e Turchia.

Paesi ben lontani dalle latitudini scandinave, quasi nulla in comune tra le due culture, ma il mix tra tappeti orientali e design dallo stile nordico è un “fusion” che fa faville! Tra poco i vostri occhi potranno apprezzare quanto appena detto…ma prima un pò di storia!

Il tappeto è accessorio che porta con se una storia millenaria, il tempo ne ha cambiato l’utilizzo e la funzione, seguendo parte dell’evoluzione nello stile di vita dell’uomo. Elemento indispensabile per chi, nomade, seguiva le greggi e lo utilizzava per riscaldarsi, proteggersi, riposare. Divenne oggetto personale quando le popolazioni passarono dalla vita nomade a quella sedentaria, assumendo anche il ruolo di merce di scambio. Poco alla volta, e fino ai nostri giorni, i tappeti acquisirono caratteri di unicità e ogni villaggio o tribù distinse questa manifattura con la personale sensibilità artistica e arricchendola della propria simbologia.

Ovviamente la spinta forte dell’industrializzazione ha messo lo zampino anche in questo settore, omologando e togliendo valore ad un’arte unica. il progetto “Sukhi” vuole proprio colmare questo vuoto, e devo dire che ci riesce davvero bene a giudicare dai lavori che potete vedere nelle immagini che seguono!

 

 

la provenienza dei tappeti identifica inequivocabilmente la fattura. Dall’India arrivano tappeti di lana e feltro. Dal Marocco i tappeti Beni Ourain, 100% lana di pecora, probabilmente tra i tappeti più morbidi e comodi che è possibile trovare. Dal Nepal i famosi tappeti a palline di feltro fatte a mano. Infine dalla Turchia i tappeti patchwork divertenti e colorati realizzati con pezzi di tappeti diversi cuciti insieme

 

tappeto Indiano, in lana e feltro

 

Dal Marocco i tappeti Beni Ourain, 100% lana di pecora

 

Dal Nepal, tappeti a palline di feltro fatte a mano

 

dalla Turchia i tappeti patchwork

 

la filosofia di Sukhi è quella di fornire ai clienti tappeti fatti a mano di altissima qualità. La struttura aziendale permette di ottenere tutto ciò al prezzo più basso possibile, lavorando direttamente con gli artigiani che producono i tappeti, e scegliendo di non avere costi per il mantenimento di magazzini o negozi fisici. Inoltre i tappeti sono interamente personalizzabili, nelle misure, nei colori e nei pattern, aspetto questo molto amato da progettisti e designer sempre alla ricerca di personalizzazioni spinte. Sukhi offre grande disponibilità ai professionisti offrendo degli sconti per certi quantitativi o inviando una cartella dei campioni gratuitamente

altra chiave di non poco conto che accresce la stima per quest’azienda è l’attenzione all’aspetto sociale. Lavorando con manodopera di paesi emergenti c’è sempre il rischio di speculazioni sui redditi e sulle condizioni dei lavoratori, Sukhi invece ci tiene molto ad assicurarsi e assicurare che i proprio lavoratori abbiano stipendi alti e condizioni di lavoro eccellenti. Una bella garanzia sapere che dietro ad un bellissimo capo realizzato a mano ci siano condizioni e trattamenti equi

 

Infine una nota riguardante il sito Sukhi, davvero ben realizzato e pieno di informazioni dettagliate sull’azienda e sui prodotti con tante bellissime immagini… un vero piacere navigarlo

 

 

Arredare piccoli spazi in stile nordico

chi ha detto che per mettere su un bel progetto di interior design occorrono 100mq?!? in questo post proveremo a dimostrare il contrario…ovviamente avere dello spazio a disposizione è comodo oltre che per il proprio confort anche per la progettazione. Per fortuna lo stile che amiamo ci viene incontro più di altri ad affrontare questa sfida in quanto nella cultura del design scandinavo è intrinseca la ricerca ad ottenere la massima funzionalità senza mai rinunciare all’estetica.

Trovare soluzioni per arredare piccoli spazi richiede sicuramente più inventiva ed estro…il mio tentativo è quello di aiutarvi ad ispirarvi

Uno dei must da tenere in considerazione nella progettazione di ambienti piccoli è quello di creare spazi funzionali e zone che possono essere usati per differenti scopi. Ad esempio questa meravigliosa scala è anche un “cabinet” dove riporre piatti, bicchieri e accessori per la cucina da un lato, e armadio con ante dall’altro

 

questa paretina invece separa il living dalla stanza dei bimbi e diventa magicamente piccola libreria, armadietto e parete da scalare con tanto di sostegni da climbing! davvero geniale!

 

uno specchio può essere una buona idea per riflettere la luce, come fatto in questo mini mini appartamento da 25mq a Stoccolma

 

anche lo spazio in alto nelle pareti va sfruttato a dovere, cosi i pensili della cucina hanno molto più spazio per contenere tutto l’occorrente e fare anche da dispensa. Idem per le librerie che salendo fino al tetto possono fare da cornice ad un passaggio e integrarsi benissimo nel contesto

 

e che dire dello spazio sotto letti e divani…lo sprechiamo? Ci sono molte soluzioni in commercio per ottenere un’inaspettata capienza dove magari riporre il cambio stagione. Per i divani poi si può ricorrere al fai da te con la tanto blasonata idea di utilizzare pallet e cuscini

 

infine i frame o cubi, soluzione perfetta per dare più funzionalità ad un oggetto. Caratterizzati da uno stile unico, anche loro rappresentano uno degli ultimi “leimotiv” dell’interior design. Possono essere fissati a parete o appoggiati e sovrapposti a pavimento, ideali per creare composizioni, scaffalature, mensole, comodini o tavolini.

 

 

questi nella foto in basso sono quelli di libreriedesign.com, disponibili in vari formati, colori e materiali